Login
Pubblicato da
Riccardo Mazzoni
il 05 dicembre 2016

Amore non essere geloso, la coppia analizzata

Al Teatro de' servi un'intensa commedia su un classico problema di coppia

Amore non essere geloso è lo spettacolo in scena al Teatro de' servi a Roma fino al 18 Dicembre.
Racconta l'attualità, con i problemi delle coppie dei nostri tempi nel proseguire, quotidianamente, la convivenza.
L'aspetto nuovo sono le argomentazioni dedotte dai dialoghi delle due coppie: l'assenza di una autorità che riconosca e decida, in modo inequivocabile e duraturo, la differenza tra l'azione giusta e quella sbagliata.

Volendo ricostruire la genesi di questa dinamica, conviene risalire agli anni '80 del secolo scorso, che vedevano nell'autorità un ostacolo alla realizzazione di sé, rielaborando le teorie del precedente '68. Però il risultato dell'assenza si rivela nella grande confusione e perdita di tempo.

Il vietato vietare viene interpretato, a partire dagli anni '80, non in un senso di fastidio di fronte alle ultime propaggini dell'Ottocento.
E' una liberazione per agevolare la realizzazione di sé, in senso evidentemente commerciale. La realtà diventa solo un insieme di desideri e volontà personali, senza alcun controllo. I paninari, pur nella loro buona volontà, ne sono stati l'inizio nel nostro paese.

La relazione di coppia ne risente: non avere più freni in merito al comportamento porta allo scontro, inevitabile, dove se qualunque regola è valida, allora nessuna regola viene rispettata,
e la gelosia diventa solo un sintomo di tale malessere. In questo, la differenza rispetto al passato è evidente.

Manuela Bisanti, Daniele Derogatis, Giampaolo Filauro ed Elena Mazza sono gli attori che traghettano il pensiero dell'autore Andrea Zanacchi verso il pubblico.
Svolgono il compito di riportare, come uno specchio, le intere dinamiche di coppia legate alla gelosia come in un'intensa seduta di analisi. Nell'iniziale ritmo dello spettacolo in graduale progressione, volto a definire tali dinamiche, si assiste successivamente ad un lento invilupparsi delle due coppie, dove l'aspetto tecnologico viene giustamente inserito come enfatizzante il processo.

Gli attori hanno il merito di rendere il quotidiano atteggiarsi delle persone: si atteggiano, non vivono e non sono. Nelle risate generali lo spettacolo lancia un messaggio chiaro.

commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti

Following

Followers


politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved